MESSAGGIO PUBBLICITARIO

 Nuovi RECOVERY BONUS CAP

UN'OPPORTUNITà PER RISALIRE A 100

sc

sscdsffgsdfh

 CARATTERISTICHE 

fgf

  • Formato Recovery: per ogni Certificate, prezzo di emissione inferiore a 100 Euro e obiettivo di rimborso pari a 100 Euro, corrispondente ad un Bonus (definito come rapporto tra 100 Euro e il prezzo di emissione) compreso tra il 106% e il 116% a seconda dell'azione sottostante.
  • Scadenza: 1 anno (28/08/2018).
  • Barriera al 75% del prezzo iniziale dell'azione sottostante1: Se durante tutto il periodo di vita del prodotto, il prezzo dell’azione è stato superiore alla Barriera (osservazione giornaliera sul prezzo di riferimento), si riceve a Scadenza 100 Euro. Altrimenti si riceve il rapporto tra il prezzo finale dell’azione sottostante e il suo prezzo iniziale, moltiplicato per il prezzo di emissione del  Certificate, con un rimborso massimo pari a 100 Euro.
  • Investimento minimo pari a 1 Certificate.

 

ISIN CERTIFICATO  

AZIONE SOTTOSTANTE 

PREZZO 
DI EMISSIONE / VALORE  NOMINALE DEL CERTIFICATE

  BONUS   

PREZZO INIZIALE DEL SOTTOSTANTE

LIVELLO  BARRIERA 

XS1542091159

Intesa San Paolo 

 EUR 90,09

111,00%

EUR 2,812

EUR 2,11

XS1542091233

Unicredit 

 EUR 88,11

113,50%

EUR 17,29

EUR 12,97

XS1542091316

Fiat Chrysler Automobiles 

 EUR 87,34

114,50%

EUR 12,24

EUR 9,18

XS1542091407

Assicurazioni Generali 

 EUR 93,90

106,50%

EUR 14,98

EUR 11,24

XS1542091589

Telecom Italia 

 EUR 92,60

108,00%

EUR 0,792

EUR 0,59

XS1542091662

Unione di Banche Italiane 

 EUR 88,11

113,50%

EUR 3,852

EUR 2,89

XS1542091746

Banco BPM

 EUR 86,21

116,00%

EUR 3,136

EUR 2,35

XS1542091829

Enel 

 EUR 94,34

106,00%

EUR 5,030

EUR 3,77

XS1542092041

Mediobanca

 EUR 90,50

110,50%

EUR 8,465

EUR 6,35

 

Questi Certificates sono prodotti a complessità molto elevata ed espongono l’investitore al rischio di credito dell’emittente e del garante. Prevedono un rischio di perdita del capitale tale che il valore di liquidazione potrà essere inferiore al capitale inizialmente investito. Nella peggiore delle ipotesi, gli investitori potrebbero subire la perdita totale del loro investimento.  

I Certificates sono emessi da SG Issuer e hanno come garante Societe Generale2.

 

Altre informazioni relative ai Recovery Bonus Cap:

  • Data di Emissione: 31/08/2017
  • Data di Scadenza: 28/08/2018
  • Data di Valutazione Iniziale: 29/08/2017
  • Data di Valutazione Finale: 24/08/2018

Per il valore preciso della barriera di ciascun Certificate si faccia riferimento al “Livello Barriera” riportato nella tabella.

SG Issuer è un’entità del gruppo Societe Generale. L’investitore è esposto al rischio di credito di Societe Generale (rating S&P A ; Moody’s A2; Fitch A). In caso di default di Societe Generale, l’investitore incorre in una perdita del capitale investito. 

 
Prima dell'investimento leggere attentamente il Prospetto di Base, approvato dalla CSSF in data 27/06/2017, i relativi Supplementi e le Condizioni Definitive (Final Terms) del 29/08/2017, inclusive della Nota di Sintesi dell'emissione, disponibili sul sito internet http://prospectus.socgen.com/ e presso la sede di Societe Generale a Milano (Via Olona, 2), ove sono illustrati in dettaglio il meccanismo di funzionamento, i fattori di rischio ed i costi.

Per scoprire tutta la nostra offerta di prodotti cliccare su www.prodotti.societegenerale.it.

Numero Verde: 800 790 491

Numero Informativo da cellulari: 02 89 632 569 

Email: info@sgborsa.it 

 .

.

1) Target Market
df

L'investimento nel prodotto comporta un’esposizione all'azione sottostante e presuppone un'aspettativa moderatamente rialzista o moderatamente ribassista sul sottostante.

L'investimento nel prodotto presuppone un orizzonte d'investimento massimo pari a 1 anno.

Il prodotto si rivolge a un investitore in grado di sopportare a scadenza la perdita anche totale del capitale investito, nel caso in cui si verifichi una predeterminata condizione, e di preservare totalmente il capitale nel caso in cui questa condizione non si verifichi.  Il prodotto si rivolge a un investitore che è disposto a ricevere a scadenza un importo calcolato secondo criteri predeterminati, il cui ammontare dipende dall'andamento del sottostante.

Il prodotto sarà negoziato sul mercato SeDeX di Borsa Italiana con liquidità infragiornaliera.

 
2) Descrizione del prodotto 
 

I Certificates prevedono il seguente importo di liquidazione alla Scadenza del 28 Agosto 2018:


    1. Se non si è verificato un Evento Barriera, ovvero se nel periodo compreso tra la Data di Valutazione Iniziale e la Data di Valutazione Finale il prezzo di riferimento del sottostante risulta sempre pari o superiore al Livello Barriera (osservazione giornaliera del prezzo di riferimento del sottostante), l'investitore riceve per ogni Certificate un importo pari a 100 Euro (che corrisponde al Valore Nominale del Certificate moltiplicato per il Bonus).
    2. Se invece si è verificato un Evento Barriera, ovvero se in almeno un giorno compreso tra la Data di Valutazione Iniziale e la Data di Valutazione Finale il prezzo di riferimento del sottostante risulta inferiore al Livello Barriera, l'investitore riceverà il minore tra (i) il Valore Nominale moltiplicato per il Bonus e (ii) il Valore Nominale moltiplicato per il rapporto tra il prezzo di riferimento del sottostante alla Data di Valutazione Finale e il Prezzo Iniziale del sottostante.

         I grafici mostrano l'andamento storico dei prezzi di riferimento dei sottostanti con i rispettivi Livelli Barriera.                      

scs

Fonte: Bloomberg. Dati dal 04/01/2006 al 03/05/2017.
IL VALORE DEL SUO INVESTIMENTO PUÒ VARIARE. I VALORI CHE SI RIFERISCONO A RENDIMENTI PASSATI RIGUARDANO E SI RIFERISCONO AI PERIODI PASSATI E NON SONO UN INDICATORE AFFIDABILE DEI RENDIMENTI FUTURI. QUANTO PRECEDE VALE ANCHE PER I DATI STORICI DI MERCATO.
 
3) Esempi
df

Per semplicità si riportano gli esempi di una sola variante dei Certificates Recovery Bonus Cap, in particolare il Recovery Bonus Cap su Banco BPM.

Di seguito si illustrano, a puro titolo esemplificativo, alcuni scenari di rendimento relativi all’investimento nei Certificates. Si ricorda che l’obiettivo di questa illustrazione è soltanto di descrivere il meccanismo di funzionamento del prodotto. I dati di seguito riportati sono teorici; non possono essere in alcun modo considerati come una garanzia, o anche solo un’indicazione, di quale sarà l’effettivo rendimento conseguito dall’investimento nei Certificates.

Nei seguenti esempi, si ipotizza un acquisto alla data di emissione ad un prezzo pari al prezzo di emissione (86,21 Euro per Certificate) per calcolare il rendimento annuo. I dati lordi si intendono al lordo dell'effetto fiscale e potrebbero ridursi per l'applicazione di commissioni e altri costi a carico dell'investitore.

Il Prezzo iniziale dell'azione BPM è pari a 3,136 Euro.

 

A)    Scenario Positivo 

 
Si ipotizza uno scenario positivo in cui non si è verificato un Evento Barriera.
 
 

Emissione: l'investitore investe nel Certificate con Valore Nominale pari a 86,21 Euro.

Durante la vita del prodotto: non si verifica alcun Evento Barriera.

A scadenza: l'investitore riceve il rimborso a scadenza pari a 100 Euro non essendosi verificato l'Evento Barriera.

Il Tasso di Rendimento Annualizzato (TRA) lordo è pari al 16,14%.

 

B)    Scenario Intermedio

Si ipotizza uno scenario intermedio in cui si verifica un Evento Barriera e il prezzo finale dell'azione di Banco BPM risulta superiore al suo Prezzo iniziale. 
 

Emissione: l'investitore investe nel Certificate con Valore Nominale pari a 86,21 Euro.

Durante la vita del prodotto: si è verificato un Evento Barriera.

A scadenza: l'investitore riceve il rimborso a scadenza pari a 100 Euro non essendosi verificato l'Evento Barriera.

Il Tasso di Rendimento Annualizzato (TRA) lordo è pari al 1,09%.

 

C)    Scenario Negativo 

Si ipotizza uno scenario negativo in cui si verifica un Evento Barriera e il prezzo di riferimento finale dell'azione di Banco BPM risulta inferiore al suo Prezzo Iniziale. 
 

Emissione: l'investitore investe nel Certificate con Valore Nominale pari a 86,21 Euro.

Durante la vita del prodotto: si è verificato un Evento Barriera.

A scadenza: ll prezzo dell'azione di Banco BPM è inferiore al suo Prezzo iniziale, con un prezzo di riferimento registrato alla Data di Valutazione Finale uguale a 2,15 (68,56% del Prezzo iniziale). L'investitore riceve quindi un rimborso pari a 59,10 Euro (il 68,56% del Valore Nominale), essendosi verificato un Evento Barriera.

Il Tasso di Rendimento Annualizzato (TRA) lordo è pari al -31,66%.

 
 

4) Prima di effettuare l'investimento

 

I Certificates sono prodotti finanziari a complessità molto elevata ed espongono l’investitore al rischio di credito dell’emittente. Questi certificati non prevedono la protezione del capitale e l’importo di liquidazione del prodotto può essere inferiore al valore dell’investimento iniziale. Nello scenario peggiore, gli investitori possono perdere fino alla totalità del capitale investito. Inoltre, i Certificates presentano un rischio di volatilità elevato. Pertanto è necessaria una buona conoscenza dei Certificates prima di investire. Prima di effettuare l'investimento, si raccomanda al potenziale investitore di:

  • Leggere, e avere compreso, la documentazione che disciplina l’emissione e l’offerta dei Certificates, ivi inclusi i Fattori di Rischio;
  • Considerare che i Certificates non sono a capitale garantito e che espongono al rischio di perdita, parziale o totale, del capitale investito;
  • Considerare che i Certificates potrebbero generare rendimenti negativi o comunque inferiori a quelli ottenibili mediante investimenti alternativi;
  • Considerare che questi Certificates presuppongono un’aspettativa positiva o leggermente negativa circa l'andamento dell'azione sottostante;
  • Considerare che questi Certificates presuppongono un’aspettativa positiva sulla solvibilità dell'Emittente e del Garante.

 

5) Fattori di Rischio

 

Di seguito si riportano, a puro titolo informativo, alcuni dei rischi associati all’investimento nei Certificates. Si precisa che tale paragrafo ha finalità meramente informative, e che l’Emittente o il Garante non hanno alcuna responsabilità per inesattezze, omissioni o errori che dovessero essere in esso contenute, e comunque per la natura parziale dello stesso. Si raccomanda quindi ad ogni investitore potenziale di consultare i Final Terms ed il Prospetto di Base (ivi incluse la Nota di Sintesi e la Nota di Sintesi dell’Emissione) al fine di ottenere un quadro esaustivo e completo delle condizioni applicabili ai Certificates (compresi i fattori di rischio).       

 

1)    FATTORI DI RISCHIO LEGATI AI CERTIFICATES
 
L’acquisto dei Certificates espone l’investitore a svariati rischi. Gli investitori non devono effettuare alcun investimento nei Certificates, se non dopo avere considerato attentamente tutti gli elementi che caratterizzano e possono avere un impatto sui Certificates. In particolare, prima di effettuare l’investimento, gli investitori devono valutare con attenzione, anche avvalendosi, se necessario, di propri consulenti, che l’investimento nei Certificates sia per loro adeguato, ponendo tra l’altro particolare attenzione alla propria situazione finanziaria e ai propri obiettivi di investimento.

 

Comprensione delle caratteristiche dell’investimento
I potenziali investitori dovrebbero investire nei Certificates soltanto a condizione di essere in grado di comprenderne i termini e le condizioni contenuti nei Terms and Conditions inclusi nel Prospetto di Base. In particolare i potenziali investitori devono essere in grado di comprendere le modalità con cui è determinato il rendimento dei Certificates. In caso contrario, si consiglia di non effettuare l’investimento nei Certificates.

Andamento dei Certificates nel corso della propria vita
Gli investitori devono porre particolare attenzione al fatto che l’andamento dei Certificates durante la loro vita, può discostarsi in modo significativo dall’ammontare al cui pagamento i Certificates danno diritto alla propria data di scadenza. Date le caratteristiche dei Certificates, il loro prezzo di mercato è influenzato tra l’altro dall’andamento del prezzo dell'azione sottostante e della sua volatilità, dell’andamento dei tassi di interesse e dello spread di credito relativo al Garante.

Costi di transazione e altri costi
Come conseguenza dell’applicazione dei costi di transazione e di altri costi l’eventuale rendimento potenziale dei Certificates può essere inferiore a quello atteso. Tali oneri accessori, in cui l’investitore può incorrere in relazione all’acquisto o alla vendita dei Certificates, possono ridurre in misura considerevole, o addirittura annullare, il profitto potenziale registrato dall’investimento nei Certificates.

Rischio fiscale
Il potenziale rischio fiscale associato all’investimento nei Certificates comprende, tra gli altri, l’incertezza che si riferisce a quale sia il trattamento fiscale applicabile. Ciò vale, in particolare, con riguardo a strumenti finanziari innovativi (quali, ad esempio, i Certificates) per i quali non esiste una normativa fiscale specifica, o pronunzie dell’amministrazione finanziaria ovvero precedenti giurisprudenziali. Si raccomanda ai potenziali investitori di non basare la propria valutazione degli effetti fiscali connessi all’investimento nei Certificates sulla sintesi che, in materia di trattamento fiscale, è contenuta nel Prospetto di Base ovvero nei Final Terms, ma di acquisire l’opinione dei propri consulenti fiscali i quali soli sono a conoscenza della specifica situazione individuale di ciascun investitore.

Possibile impatto delle operazioni di copertura
L’Emittente e/o proprie affiliate possono, nello svolgimento delle proprie attività di business, negoziare sottostanti dei Certificates. Inoltre, l’Emittente e/o le proprie affiliate possono concludere transazioni al fine di coprire, in tutto o in parte, i rischi associati con l’emissione dei Certificates. Queste attività possono avere un impatto sul Prezzo di Riferimento del sottostante e quindi sul valore di mercato dei Certificates. In particolari situazioni di mercato, nelle quali l’Emittente e/o le proprie affiliate non sono in grado di porre in essere le necessarie operazioni di copertura, o nel caso in cui tali transazioni sono particolarmente difficoltose, lo spread denaro-lettera potrebbe ampliarsi. In tale caso, gli investitori che dovessero vendere i Certificates, su un mercato regolamentato o altra sede di negoziazione, potrebbero ottenere un prezzo anche significativamente inferiore al valore di mercato del Certificate.

Certificates con caratteristiche di prodotti strutturati
I Certificates sono strumenti finanziari di tipo strutturato, che danno diritto al pagamento di importi che dipendono dall’andamento del sottostante e che sono determinati mediante applicazione di relative formule di calcolo. Relativamente a tali prodotti, i potenziali investitori dovrebbero essere consapevoli di quanto segue:
(i) Il valore di mercato dei Certificates può essere volatile;
(ii) Potrebbero non ricevere alcun rendimento dall’investimento nei Certificates;
(iii) Potrebbero perdere una parte significativa o anche l’intero ammontare investito nei Certificates;

Eventi di Turbativa di Mercato ed Eventi Straordinari
Il regolamento dei Certificates (i Terms and Conditions inclusi nel Prospetto di Base) disciplina il verificarsi di particolari situazioni di turbativa di mercato che potrebbero provocare ritardi nel pagamento degli importi dovuti in relazione ai Certificates o modifiche alle caratteristiche degli stessi. Inoltre, il regolamento dei Certificates (i Terms and Conditions inclusi nel Prospetto di Base) disciplina il verificarsi di eventi straordinari relativi ai sottostanti, in relazione ai quali eventi i Certificates potrebbero essere oggetto di aggiustamenti volti a neutralizzare, per quanto possibile, gli effetti di tali eventi straordinari. Gli aggiustamenti potrebbero comportare una sostituzione di uno o più sottostanti e/o una variazione di alcuni degli elementi contrattuali dei Certificates oppure la scadenza anticipata dei Certificates.

Declassamento o ritiro del rating dell'Emittente
Il declassamento effettivo o potenziale, o il ritiro del rating del Garante potrebbero incidere negativamente sul valore di mercato dei Certificates.

 

2)    FATTORI DI RISCHIO LEGATI ALL'EMITTENTE E AL GARANTE
 

Rischio connesso all’insolvenza dell'Emittente/del Garante: ai sensi della direttiva in tema di risanamento e risoluzione degli enti creditizi (bailin), se si verificasse una caso di insolvenza, certo o probabile, dell'Emittente/del Garante, l'investitore sarebbe esposto, a seguito di una decisione dell'autorità di risoluzione competente, al rischio che il valore nominale del proprio investimento venga svalutato e/o che i propri titoli siano convertiti in altre tipologie di titoli (compreso in azioni) e/o che la scadenza dei titoli sia soggetta a modifica (ivi inclusa la relativa potenziale estensione).

Il Gruppo Société Générale è esposto ai rischi intrinseci della propria attività principale.

La gestione del rischio del Gruppo si concentra sulle seguenti categorie di rischi principali, ciascuno dei quali potrebbe avere un effetto negativo rilevante sull'attività, sui risultati operativi e sulla situazione finanziaria del Gruppo.

Il rischio di credito e di controparte (compreso il rischio paese): rischio di perdite generate dall'incapacità dei clienti del Gruppo, emittenti o altre controparti di rispettare i propri impegni finanziari. Il rischio di credito comprende il rischio controparte collegato alle operazioni di mercato (rischio sostituzione) oltre alle attività di cartolarizzazione.

Rischio di Mercato: il rischio di perdita di valore su strumenti finanziari risultante da cambiamenti nei parametri di mercato, volatilità di detti parametri e le correlazioni tra tali fattori.

Rischi Operativi: rischio di perdite o sanzioni a seguito di inadeguatezze o mancanze riscontrate nelle procedure o nei sistemi interni, di errore umano o di eventi esterni.

Rischio strutturale tassi di interesse e tassi di cambio: rischio di perdita o di deprezzamenti nell'attivo del Gruppo a seguito di variazioni nei tassi di interesse o nei cambi.

Rischio Liquidità: il Rischio che il Gruppo non sia in grado di soddisfare, al loro manifestarsi, le proprie esigenze di liquidità o di collaterale a costi ragionevoli. La Garanzia costituisce un obbligo contrattuale generale e non garantito del Garante e di nessun altro, qualunque pagamento sui Certificates dipende quindi anche dall'affidabilità creditizia del Garante. La Garanzia può coprire solo parte degli obblighi di pagamento del relativo Emittente con riferimento alla rispettiva serie di Certificates. In tal caso, i Portatori dei Certificates potrebbero essere comunque esposti al rischio che i pagamenti ai sensi dei Certificates siano inferiori agli importi pagabili dall'Emittente ai sensi dei Certificates. Société Générale, ai sensi del Programma, agirà sia come Emittente che in qualità di Garante dei Certificates emessi da SG Issuer e SG Option Europe e anche quale fornitore di strumenti di copertura per ciascun Emittente. Di conseguenza, gli investitori saranno esposti non solo al rischio di credito del Garante ma anche ai rischi operativi derivanti dalla mancanza di indipendenza del Garante, nell'assumersi i propri doveri e obblighi in qualità di Garante e fornitore di strumenti di copertura. I potenziali conflitti di interesse e i rischi operativi derivanti da tale mancanza di indipendenza dovrebbero in parte essere mitigati dal fatto che divisioni differenti all'interno del Garante saranno responsabili dell'implementazione della Garanzia e della fornitura di strumenti di copertura, e che ogni divisione viene gestita come unità operativa separata, segregata da barriere contro la circolazione delle informazioni note anche come Muraglie Cinesi e viene gestita da team differenti. Gli Emittenti e il Garante, e qualunque delle rispettive controllate e/o affiliate, in relazione alle loro altre attività commerciali, potrebbero essere in possesso di, o acquisire, informazioni rilevanti in merito alle attività sottostanti. Tali attività e informazioni potrebbero comportare conseguenze negative per i Portatori dei Certificates. Gli Emittenti e il Garante e qualunque delle rispettive controllate e/o affiliate possono operare in altre vesti in relazione ai Certificates, come ad esempio in qualità di market maker, agente di calcolo o agente. Pertanto, è possibile che si verifichi un potenziale conflitto di interessi. In relazione all'offerta dei Certificates, gli Emittenti e il Garante e/o le rispettive affiliate possono stipulare uno o più transazioni di copertura in relazione a uno o più attivi di riferimento o relativi derivati, che potrebbero influire sul prezzo di mercato, sulla liquidità o sul valore dei Certificates.

 
INFORMAZIONI IMPORTANTI
 

Il prodotto è oggetto di contratti di market-making, il cui scopo è di garantire la liquidità del prodotto, ipotizzando condizioni normali di mercato e il corretto funzionamento del sistema informatico.

Al fine di tenere conto degli effetti sul prodotto di alcuni eventi straordinari che potrebbero avere un impatto sullo/sugli strumento/i sottostante/i del prodotto, la relativa documentazione prevede (i) meccanismi di rettifica o sostituzione e, in alcuni casi, (ii) il rimborso anticipato del prodotto. Questo potrebbe comportare delle perdite relative al prodotto. 
Nota relativa al valore del prodotto durante la sua vita: il presente prodotto comprende un rischio di perdita del capitale. Il valore di rimborso di questo prodotto potrà essere inferiore rispetto al capitale inizialmente investito. Nella peggiore delle ipotesi, gli investitori potrebbero subire la perdita totale del loro investimento.

I CERTIFICATI, LA GARANZIA O QUALSIASI ALTRO DIRITTO SU QUESTI NON POSSONO ESSERE OFFERTI, VENDUTI, RIVENDUTI O CONSEGNATI, IN QUALSIASI MOMENTO, DIRETTAMENTE O INDIRETTAMENTE, NEGLI STATI UNITI O NEI CONFRONTI, O PER CONTO O A BENEFICIO DI UNA “U.S. PERSON” E LA LORO NEGOZIAZIONE NON E’ STATA APPROVATA DALLA U.S. COMMODITY FUTURES TRADING COMMISSION. 

Il conseguimento di benefici o trattamenti fiscali riportati nel presente documento dipende dalla particolare condizione fiscale di ciascun investitore, dal paese in cui investe e dalla vigente normativa applicabile. Il presente regime fiscale può essere modificato in qualunque momento. Si invitano gli investitori che desiderano ottenere maggiori informazioni in merito alla propria condizione fiscale a richiedere l’assistenza del proprio consulente fiscale.
Non si garantisce la precisione, la completezza né la pertinenza delle informazioni tratte da fonti esterne, nonostante tali informazioni siano tratte da fonti ritenute ragionevolmente affidabili. Fatta salva la vigente normativa applicabile, Societe Generale non si assume alcuna responsabilità al riguardo.

I dati di mercato illustrati nel presente documento si basano su dati disponibili in uno specifico momento e possono essere soggetti a variazione nel corso del tempo. 

Societe Generale è un istituto di credito (banca) francese autorizzato e controllato dalla Banca Centrale Europea (BCE) e dalla Autorité de Contrôle Prudentiel (l’Autorità di Vigilanza Prudenziale francese).